Orecchiette cime di rapa

Ingredienti per 4 porzioni: 

Orecchiette (pasta secca) 320 g
oppure pasta fresca 400 g

Cime di rapa surgelate 400 g
(oppure fresche circa 1 kg da pulire) 

Filetti di acciughe dissalate 4 filetti

Olio extravergine di oliva 3 cucchiai

1 Spicchio di aglio 

Peperoncino 10 g

Procedimento: 

  • Scolare i filetti di acciuga e sciacquarli sotto l’acqua per ridurre il contenuto di sale. 
  • In una padella antiaderente rosolare dolcemente uno spicchio d’aglio – che poi andremo a togliere – con 1-2 cucchiai di olio, aggiungere poi il peperoncino (se gradito) e i filetti di acciuga, infine unire le cime di rapa surgelate, aggiungere due cucchiai di acqua e cuocere il tutto a fuoco moderato per circa 7-10 minuti.
  • Cuocere le orecchiette in abbondante acqua bollente leggermente salata.
  • Amalgamare le orecchiette con la salsa ottenuta e aggiungere 1-2 cucchiai di olio extravergine di oliva a crudo.

Note:
– in alternativa alle cime di rapa è possibile utilizzare i broccoli, freschi o surgelati.
– per rendere la ricetta più gustosa è possibile aggiungere qualche cucchiaio (2-3) di pan grattato tostato in padella.

Caratteristiche nutrizionali:
– Le cime di rapa sono un ortaggio tipico dei mesi invernali, molto utilizzate nella tradizione culinaria del sud Italia. Appartengono alla famiglia delle Brassicacee (o Crucifere) –  insieme a cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo nero, cavolo rosso, cavolo riccio, cavolini di Bruxelles, broccoli e rape – contengono dei composti – gli isotiocianati (es. sulforafano) – con azione protettiva per alcuni tipi di tumore (vescica, seno, polmone, intestino, prostatata) (Fonte AIRC). Le cime di rapa sono fonte di preziosi micronutrienti come il calcio, il ferro, il potassio, i folati, la vitamina A, inoltre sono fonte di fibra.
– É preferibile cuocere le Brassicacee a vapore o fare una breve bollitura (inferiore a 10 minuti) in poca acqua salata (per preservare il contenuto di micronutrienti e sostanze antitumorali disattivate dal calore).
Le acciughe (o alici) appartengono alla categoria pesce azzurro. Si tratta di una classificazione commerciale a cui appartengono alcune specie ittiche generalmente di piccola taglia, di varia forma e dalla colorazione dorsale blu scuro (talvolta anche verde) e ventrale argentea, come sardina, aringa, alice o acciuga,  sgombro, palamita, aguglia, spratto o papalina, pesce sciabola o spatola, alaccia, lanzardo, costardella.
Le acciughe sono fonte di proteine, acidi grassi omega 3, vitamine del gruppo B e minerali come il calcio, il ferro, il fosforo e il selenio.
Numerosi studi hanno dimostrato una funzione protettiva del pesce – uno dei principali alimenti della Dieta Mediterranea – per il sistema cardiovascolare e per la funzione cognitiva, per il suo contenuto di acidi grassi omega 3.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*